Stupinigi – Palazzina di caccia

Dal centro di Torino, dirigendosi verso sud, superata la zona delle grandi industrie, ci si imbatte inaspettatamente in un gioiello architettonico: la Palazzina di Caccia di Stupinigi, frutto da un lato della capacità di plasmare lo spazio dell’architetto Filippo Juvarra e dall’altro dei grandiosi progetti di Vittorio Amedeo II.
Questa residenza, dalla particolare pianta a croce di Sant’Andrea, è caratterizzata dal grande salone ellittico dal quale partono i quattro bracci diagonali, antiche tracce delle rotte di caccia nel parco del sovrano. La meraviglia degli interni è il ricco apparato decorativo a tema venatorio con i giochi di luce, gli stucchi, i suntuosi arredi di Piffetti e Bonzanigo che testimoniano l’antico sfarzo della vita di corte.
Balli, concerti, banchetti e visite di stato: Stupinigi divenne anche una delle residenze estive preferite dalla famiglia reale, che la frequentò fino ai primi decenni del Novecento.

Durata: 2 ore

E inoltre: la visita guidata si può abbinare al tour del Mausoleo della Bella Rosina, di Fiat Mirafiori e del Castello di Moncalieri.

Info&Prenotazioni